Biografia di Massimo

Mi sono avvicinato allo yoga nel 2008 e, nonostante lo trovassi noiosissimo, non ho desistito e ho continuato a seguire le lezioni. Con curiosità e desiderio di sapere ho iniziato dopo alcuni anni di pratica ininterrotta la mia formazione come insegnante. Prima di allora ho provato numerosi stili di yoga cercando risposte, trovandole infine nell’Anusara® Yoga.
Le prime esperienze d’insegnamento risalgono al 2012 e dopo aver sperimentato numerose collaborazioni ho deciso di affondare le mie radici dove sono nato e cresciuto.

Parallelamente al mio percorso di yoga ho arricchito la mia formazione con altre discipline spirituali e la psicoanalisi.

Nel frattempo ho continuato e continuo ad occuparmi della gestione e del buon andamento dell’azienda metalmeccanica di famiglia. Ho scoperto che mettere in pratica nella quotidianità gli insegnamenti delle discipline orientali acquisite riduce lo stress e l’ansia, aiuta a mantenere umanità nei rapporti interpersonali e a mantenere disidentificazione con la vita professionale.

Nella mia formazione d’insegnante ho frequentato l’Immersion di Anusara® yoga condotto da Piero Vivarelli, Andrea Boni e Alessandra Di Prampero. Subito dopo ho completato il Teacher Traning di Anusara® Yoga con Piero Vivarelli, Andrea Boni e Ross Rayburn.

Nel 2016 ho completato con successo l’Acroyoga Anukalana Inspired Teacher Training condotto da Jacopo Ceccarelli.

Sempre attento a ricevere nuovi insegnamenti da coloro che mi hanno formato, approfondisco la mia pratica dello yoga e meditazione seguendo altresì insegnanti di livello internazionale come Ellen Saltonstall, Sally Kampton, Jayendra Hanley, Swami Joythimayananda.
Quando posso approfondisco la conoscenza e la comprensione della filosofia tantrica studiando con Carlos Pomeda.

Mi sono specializzato nello yoga terapeutico e per anziani. Nel 2019 mi sono formato anche nel Restorative Yoga seguendo il T.T. di Anna Ashby.

Oggi continuo il mio percorso spinto dall’Amore per la conoscenza e dalle conferme nell’esperienza che queste pratiche mi fanno stare bene e sono le stesse spinte che porto nell’insegnamento.

Namastè

INDIETRO